LA GUERRA E L’ANTRACE COME UNA VOLTA

Qualcuno ricorderà sicuramente la vicenda dell’Antrace.

Quella polverina bianca che servì all’amministrazione Bush insieme ai presunti arsenali chimici mai trovati in Iraq, per scatenare una guerra i cui effetti ancora “ce vanno per l’ossa” come si dice (“ancora durano” ndr).

Colin Powell, allora Segretario di Stato americano, tenne un discorso alle Nazioni Unite e da quel momento i civili cominciarono a morire sotto i bombardamenti e le fabbriche di armi a svilupparsi ancora gonfiando le casse di soldi freschi.

E mo?

E mo si vede che gli arsenali hanno ancora bisogno di essere svuotati mannaggia.

E allora ogni scusa è buona per distruggere cultura, case, paesi, persone, nel nome della vendita delle armi che pure noi italiani pratichiamo.

E pure dalle nostre parti qualcosa che riguarda le bombe ce l’abbiamo.

Siamo convinti che il mondo ormai è piccolo piccolo.

Forse non è proprio così visto che il rumore degli scoppi qui non arriva.

Magari basterebbe riconvertire le fabbriche e impiegare gli abili venditori di armi in mercati diversi.

Boh.

Un caffè

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Totale Donazione: €1,00

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.