UN GIRO PER I TEATRI DI SPOLETO

Interessante esperimento quello che ha visto una cinquantina di persone, fra cui molti turisti, accompagnati in visita sui palcoscenici dei maggiori teatri di Spoleto, da Giuliano Macchia, Fausto Manasse, Moreno Carlini.

L’idea nella giornata del Trekking Urbano era proprio quella di aprire alle visite quella parte del teatro che è poco o per niente conosciuta.
Grazie all’architetto Giuliano Macchia, che ha affabulato con particolari straordinari e sfiziosi, abbiamo scoperto per esempio che la nostra città è per buona parte ricostruita nei primi del 1900.
Il Teatro Romano, con le sue aggiunte in cemento, ne è un esempio.
Il fatto che non ci si accorge di questo, vuol dire che sono lavori fatti bene” dice l’architetto che è uno fra i maggiori storici del territorio.
Dopo il Teatro Romano, c’è stato modo di visitare la Sala XVII Settembre al primo piano dentro il Teatro Nuovo Menotti e la terrazza dedicata a Jerome Robbins, coreografo sempre molto presente a Spoleto.
E poi ancora il teatro Caio Melisso dove abbiamo scoperto come nascono i soprannomi di alcune maestranze e dove Fausto Manasse ha letto un brano di Alberto Talegalli.
Il giro ha voluto fare una tappa anche al Teatrino delle 6 oggi Spazio Luca Ronconi, dove è parcheggiata la moto che Roul Bova guida nella prossima serie di Don Matteo.
Lì abbiamo scoperto i nomi di alcuni dei maggiori attori del cinema americano che proprio in quella piccola sala hanno cominciato la loro luminosa carriera.
Un’esperienza sicuramente da rifare pensando di proporla anche e soprattutto ai turisti per aiutarli a scoprire la storia recente che è quella che li farebbe sentire più vicini alla città.
Insomma una passeggiata fra alcune delle innumerevoli bellezze di Spoleto, giusto per farsi venire un dubbio:
Ma perché non pensiamo a far fruttare tutto questo invece di lasciarlo soffocare nella polvere”?
Il bar del Caio Melisso, non potrebbe essere aperto di nuovo per ospitare clienti a cui mostrare fra un caffè e un pasticcino quel gioiello di teatro”?
Spunti che giro alla nuova amministrazione cittadina.
[give_form id=”865″ display_style=”button” continue_button_title=”sostieni il sito”]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.