GLI APPLAUSI AL CONCERTO IN PIAZZA

Ci fosse stato uno all’uscita che avesse detto che il concerto non gli è piaciuto eh!
Nessuno.
La direzione di Sir Antonio Pappano, l’Orchestra di Santa Cecilia, la voce di Barbara Hannigan, hanno, ancora una volta, rinnovato la magia della piazza.

Sì perché l’elemento fondamentale non sono le splendide toilettes delle signore.
Non sono i gioielli sfoggiati nell’occasione più mondana dell’anno. Non è il profumo di capelli freschi di parrucchiere e nemmeno gli sguardi bassi di molti accompagnatori.
Non sono nemmeno le telecamere della Rai strategicamente appostate su trabattelli per registrare l’evento e nemmeno quelle delle tv private che intervistano i vip di turno.
No, la magia la dà proprio la Piazza del Duomo.
L’aveva capito anche un americano che di musica e di magia ne sapeva.
Si chiama Thomas Schippers e per quanto ha amato Spoleto, ha chiesto che le sue ceneri venissero deposte proprio qui in Piazza Duomo.
Lo ricordiamo sempre troppo poco Thomas Schippers, ma ogni volta che arriva la musica, sono sicuro che là dove si trova lui e Menotti e tutti gli altri a cui dobbiamo il Festival, succede qualcosa di buono.
Al prossimo Festival.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.