VOLA GIGINO

Con tutto il rispetto per la scala sociale che troppo spesso premia i “figli di quelli” e penalizza “i figli di quell’altri“, le dimissioni di Gigino di Maio, notizia di oggi, fanno riflettere.

Vero che questo ragazzotto poco più che trentenne non è stato capace di tenere insieme l’enorme capitale di consensi racimolato grazie alle esternazioni di Grillo e alle promesse che in campagna elettorale funzionano sempre.

Però in effetti lui ha fatto esattamente quello che avrebbero fatto in molti.

Ha accettato un ruolo di responsabilità pieno di impegni e con tantissimi vantaggi.

Chi non avrebbe accettato?

Il problema forse sono quelli che in quel ruolo l’hanno scelto e voluto.

E quelli sono ancora tutti lì.

E oggi stanno già scegliendo, forse con lo stesso criterio, il successore di Gigino.

E allora… Vola Gigino, che arriva Gigetto.

[give_form id=”865″ display_style=”button” continue_button_title=”sostieni il sito”]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.