L’INCHIOSTRO GIUSTO

Io scrivo con la penna stilografica.

Mi concedo questo piccolo vezzo perché mi rende piacevole la scrittura su carta.

Certo, la maggior parte delle cose che scrivo, sono prodotte in maniera digitale: al computer. Per comodità, per velocità, per la possibilità di condividere facilmente, insomma perché adesso conviene fare così.

Ma quando devo buttar giù qualche appunto, pensiero, riflessione, preferisco usare la mia penna stilografica.

Sono convinto che le parole e le idee, vengano fuori in maniera diversa a seconda del sistema che si usa per fissarle. Anche lo stile ne risente.

Noto che quello che trasferisco su carta con la stilografica, assume un’autorevolezza più piacevole ed efficace rispetto a quello che nasce dalla tastiera del computer o addirittura da quella del cellulare.

In genere la mia stilografica non la tengo nella borsa, ma in tasca. Spesso nel taschino della camicia. A contatto, perché il calore del corpo contribuisce a tenere vivo l’inchiostro che se è tiepido scorre meglio.

Piccole innocue fissazioni.

Ieri dovevo comprare delle cartucce per ricaricare la mia penna ormai in riserva.

Non so come mai, ma mi sono ritrovato a cercare in rete quello che mi serviva.

Poi però ho ripensato che proprio sotto casa mia c’è un’antica cartoleria molto ben fornita e ovviamente sono andato lì. Più facile, più ragionevole, più normale, più onesto fare così.

Soprattutto trovo che questo sia un atteggiamento più in sintonia con il mondo delle stilografiche.

Beh ho scoperto che il cartolaio ti può suggerire anche l’inchiostro più giusto per l’uso che fai della tua penna.

Strano?

No. Mi ha spiegato, il mio cartolaio, che l’inchiostro nero va bene per chi fa un uso frequente della penna, visto che il liquido nero è più resinoso e denso di quello blu, quindi più soggetto a intasare il pennino.

Se usi meno la tua penna, quindi, puoi scegliere anche l’inchiostro blu. Va bene pure quello di altri colori come l’inutile rosso o lo snob marrone.

Quello nero è diverso. Te lo puoi permettere solo se scrivi molto e ne fai quindi passare tanto attraverso il pennino.

Vedi che significa il negozio fisico?

In internet chi mi avrebbe dato questo utile consiglio?

Alla fine ho comprato quello nero. Resinoso, denso, scorrevole, deciso, assoluto.

Grazie al cartolaio.

Domani vado a scegliere una carta giusta per il mio inchiostro.

Vediamo che cosa mi consiglierà il cartolaio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.