IL CONFORMISTA

Sembra scritta oggi questa canzone di Giorgio Gaber, invece no. Il testo è del millennio scorso.

Mi fa piacere riproporlo.

Cliccando sul titolo si viene trasportati al sito ufficiale con i collegamenti alla discografia del cantante scomparso troppo presto.

In fondo alla pagina, il link al video su YouTube.

Il Conformista

di Giorgio Gaber

Io sono un uomo nuovo
talmente nuovo che è da tempo 
che non sono neanche più fascista 
sono sensibile e altruista orientalista
ed in passato sono stato un po’ sessantottista.

Da un po’ di tempo ambientalista
qualche anno fa nell’euforia mi son sentito 
come un po’ tutti socialista.

Io sono un uomo nuovo
per carità lo dico in senso letterale 
sono progressista 
al tempo stesso liberista antirazzista
e sono molto buono sono animalista.

Non sono più assistenzialista
ultimamente sono un po’ controcorrente 
son federalista.

Il conformista
è uno che di solito sta sempre dalla parte giusta 
il conformista
ha tutte le risposte belle chiare dentro la sua testa
è un concentrato di opinioni
che tiene sotto il braccio due o tre quotidiani.

E quando ha voglia di pensare pensa per sentito dire
forse da buon opportunista
si adegua senza farci caso
e vive nel suo paradiso.

Il conformista
è un uomo a tutto tondo che si muove 
senza consistenza il conformista
s’allena a scivolare dentro il mare della maggioranza
è un animale assai comune 
che vive di parole da conversazione.

Di notte sogna e vengon fuori i sogni di altri sognatori 
il giorno esplode la sua festa
che è stare in pace con il mondo 
e farsi largo galleggiando il conformista
il conformista.

Io sono un uomo nuovo
e con le donne c’ho un rapporto straordinario 
sono femminista 
son disponibile e ottimista europeista.

Non alzo mai la voce sono pacifista
ero marxista-leninista
e dopo un po’ non so perché mi son trovato 
cattocomunista.

Il conformista
non ha capito bene che rimbalza meglio di un pallone il conformista 
areostato evoluto che è gonfiato dall’informazione
è il risultato di una specie
che vola sempre a bassa quota in superficie.

Poi sfiora il mondo con un dito e si sente realizzato 
vive e questo già gli basta
e devo dire che oramai
somiglia molto a tutti noi il conformista
il conformista.

Io sono un uomo nuovo
talmente nuovo che si vede a prima vista 
sono il nuovo conformista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.