E IO NON RISPONDO

Ho deciso che se dopo aver espresso il mio pensiero in qualche social arriva il solito che commenta: “… e allora quella volta lì?” “…e quelli?” “E ALLORA IL PD?

Beh in questo caso io non rispondo.

Non abbocco.

Non credo che sia snobismo, o sufficienza, ma è soprattutto per non offendere l’eventuale interlocutore ripartendo dalle aste e dai cerchietti.

Certo ognuno ha i suoi tempi per capire, lo diceva anche Vladimir Ilic Uljanov, un russo che ne ha dette tante.

Ma quando si capisce che il processo di comprensione è bloccato, inchiodato da qualche granello che ottura il passaggio del comprendonio, che come si sa ha bisogno di trovare la strada libera, allora, secondo me, meglio non rispondere.

Meglio per tutti.

Ho cominciato da un po’ a rispettare il valore del tempo e cerco di buttarne via il meno possibile in rincorse inutili.

Ma continuo a conservare comunque una buona pazienza, mentre guardo le tifoserie che si lanciano broccoli, carciofi e pomodori da una curva all’altra.

Grandi lanciatori.

Una birra

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Totale Donazione: €5,00

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.