I MIEI AUGURI DI PASQUA

Leggo, soprattutto sui social, ma anche in molti messaggi privati che arrivano oggi 4 aprile, Pasqua 2021 sinceri auguri di “Pace”.

Tutti o quasi, augurano “Pace”. Una giornata di “Pace“, un periodo di “Pace“…

Beh, quale potrebbe essere un augurio migliore della “Pace”?

Ce ne abbiamo tutti bisogno, chi per un verso e chi per un altro.

Chi pare invece non sentirne la necessità, sembra essere il “Centro Storico” di molte città fra cui Spoleto.

Di pace pare ne abbia avuta pure troppa e per troppo tempo.

Una pace forzata e incomprensibile.

Una pace spenta, una pace senza prospettive. Una pace senza vita.

Allora io oggi, in questo giorno che la religione cattolica dedica alla “Resurrezione”, spero che si possa cominciare a parlare di movimento, di confusione positiva, di vita, di opportunità, di idee, di progetti (lo so che ripeto sempre le stesse cose ma… càggia fa’?) che ci aiutino ad uscire da questa “Pace” innaturale.

Auguro al “Centro Storico” di Spoleto, che io considero un vecchio amico, di uscire da questo lungo “Riposo” prima che diventi “Eterno”.

E se qualcuno ha idea di come fare, batta un colpo che il momento è arrivato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.